La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
progettiQuelli di Prima

Obbligo vaccinale e bimbi esclusi dalle lezioni, i dubbi motivati di genitori e docenti

La Pressa
Logo LaPressa.it

I 'Genitori dell'Unione Terre di Castelli per la libera scelta' e i 'Docenti del gruppo La scuola che accoglie' 'auspicano una sospensione, ma nell'immediato chiedono l'organizzazione di una seconda seduta della Commissione, con esperti in materia giuridica che possano fornire gli strumenti legali per minimizzare lo scontro sociale e la discriminazione'


Obbligo vaccinale e bimbi esclusi dalle lezioni, i dubbi motivati di genitori e docenti

A seguito del Consiglio dell'Unione Terre di Castelli del 28 settembre scorso, giovedì 12 ottobre si sono aperti i lavori della II Commissione Istruzione dell'Unione, presieduta da Erio Linari, per analizzare le criticità emerse in seguito all'entrata in vigore della legge 119/2017 sull'obbligo vaccinale. L'incontro, aperto al pubblico, ha visto la Sala Consiliare del Comune di Vignola gremita di cittadini interessati, un pubblico eterogeneo, interessato a comprendere i risvolti di una legge che ha fatto e fa tuttora discutere, in materia di diritto allo studio, soprattutto per i bambini in fascia 0-6 anni. Alla Commissione sono stati invitati anche Andrea Vecchi e Giovanni Martinelli, in rappresentanza dei genitori Unione Terre di Castelli per la libera scelta, ed Elisa Zinnamosca e Anna Gruppioni, docenti referenti del gruppo La Scuola Che Accoglie. Sono stati proprio loro ad aprire la serata con un lungo intervento in cui sono state sollevate ed argomentate numerose problematiche, quali la compatibilità della legge Lorenzin con l'ordinamento giuridico italiano ed internazionale, il diritto allo studio, gli adempimenti e la disomogeneità delle procedure di attuazione della legge, il diritto alla privacy, il rischio di esclusione per la fascia 0-6 anni, l'importanza dei nidi e della Scuola dell'Infanzia nel percorso educativo e di istruzione, le pari opportunità, i conflitti tra la legge Lorenzin e la 'Buona Scuola'.

'Molte le proposte e le richieste per un'applicazione della legge più rispettosa degli individui e delle famiglie - affermani in una nota i Genitori dell'Unione Terre di Castelli per la libera scelta e i Docenti del gruppo La Scuola Che Accoglie -. Genitori e docenti ne auspicano una sospensione, ma nell'immediato chiedono l'organizzazione di una seconda seduta della Commissione, con esperti in materia giuridica che possano fornire gli strumenti legali per minimizzare lo scontro sociale e la discriminazione. Riteniamo sia importante che la legge venga applicata attraverso un regime transitorio, al fine di consentire un adeguamento graduale che eviti il provvedimento di esclusione per i bambini di età compresa fra 0-6 anni, e che protegga i minori dal clamore mediatico e dalla discriminazione. Anche altri comuni hanno manifestato preoccupazione nei confronti della legge Lorenzin. Ne sono un esempio Schio (VI), Ala (TN), Cattolica (RN) e Gatteo (FC) e riteniamo sarebbe utile allacciare con loro un dialogo e un confronto'. I docenti del gruppo La Scuola Che Accoglie ricordano anche 'quanto sia importante che tutte le realtà scolastiche dell’Unione operino secondo le medesime procedure e a tutela della privacy, in termini di gestione degli adempimenti e delle eventuali sanzioni'.

'Anche il sindaco di Vignola Simone Pelloni, che in Unione ha delega alle politiche sanitarie e scolastiche, ha esposto le sue perplessità in merito all'iter affrettato di promulgazione della legge. La Commissione si è dimostrata concorde nel ravvisare la necessità di organizzare una seconda seduta di lavoro con giuristi e legali della Regione, delle Associazioni per la libera scelta e con il Garante della privacy, al fine di valutare le possibilità di azione a disposizione dei singoli Comuni e dell'Unione. Auspichiamo di poter proseguire nel dialogo costruttivo e dai toni pacati intrapreso con gli amministratori, allo scopo di contribuire ad una maggiore consapevolezza di scelta e di poter garantire il diritto allo studio a tutti i bambini, in un clima sociale sereno - affermano i genitori -. I lavori della seconda seduta saranno finalizzati ad acquisire maggiori elementi per l'organizzazione di un incontro pubblico informativo e formativo con esperti che rappresentino la pluralità di punti dei vista in materia vaccinale, al fine di sensibilizzare la collettività e scongiurare prese di posizione discriminatorie'.


Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:144789
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:103188
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi del Sistema. E Muzzarelli trema
Il Punto
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:55533
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare mia moglie a fare la spesa?
Societa'
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:51182
'Festa Unità: è il vuoto totale, a Modena non esiste centrosinistra'
Parola d'Autore
31 Agosto 2018 - 11:38- Visite:43863
'Lo Ius Soli sarà per noi il primo punto nella nuova legislatura'
Pressa Tube
01 Febbraio 2018 - 01:00- Visite:43273
Quelli di Prima - Articoli Recenti
... E ci passavi così tanto tempo ..
Per poi ritornare...
03 Gennaio 2014 - 23:39- Visite:11787
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:14983
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:13073
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi «perfettamente integrati» E la Camorra ora «è più presente»
02 Gennaio 2014 - 13:54- Visite:12338


Quelli di Prima - Articoli più letti


AeC, la moglie di Muzzarelli nel ..
L’azienda, coinvolta nell’inchiesta ‘Cubetto’, finanziò la campagna elettorale del ..
01 Gennaio 2014 - 20:45- Visite:19418
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:14983
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:13073
Brindiamo tutti con Casari
Che non manchino mai sorrisi e vittoria
01 Gennaio 2014 - 20:06- Visite:12467