Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
articoliParola d'Autore

Il presidente Amo Burzacchini: 'Attacco al Pd: dalla Pressa un gioco ipocrita di livello bassissimo'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Non abbiamo mai attaccato le Feste de L'Unità in quanto tali e neppure la cultura dei volontari. L'impressione - ma questa è una opinione di chi scrive e più volte espressa - è che il sistema di potere che regna da 70 anni a Modena, il triangolo Coop (che peraltro edita la principale tv cittadina)-partito di sinistra o centrosinistra-istituzioni, abbia usato la buona fede e il credo politico di molte persone solamente per preservare se stesso. L'impressione è che i volontari siano stati usati e traditi. Traditi nel profondo. Nei loro pensieri e sentimenti più veri


Il presidente Amo Burzacchini: 'Attacco al Pd: dalla Pressa un gioco ipocrita di livello bassissimo'

Va bene tutto, ma gli articoli della Pressa, insomma. Leonelli e i suoi hanno sempre sparato a zero in modo vergognoso sulle Feste dell'Unità, sulla cultura dei volontari e della passione della tradizione modenese PCI-PDS-DS. Che ora esaltino gli Eudes Canali ed il passato per sparare sul PD è francamente un gioco ipocrita di livello bassissimo. Credo vi siano buoni e legittimi argomenti per criticare il Pd, senza bisogno di utilizzare roba del genere.

Andrea Burzacchini

Riportiamo questo intervento sui social di Andrea Burzacchini (amministratore unico di Amo - Agenzia per la Mobilità di Modena) a un nostro commento sulla crisi delle feste de L'Unità fagocitate dai democristiani. In questo caso nessuna critica a Burzacchini del quale rispettiamo le opinioni e la professionalità (venne scelto da Muzzarelli in autonomia a guidare Amo pur non essendosi presentato alle audizioni in Commissione consiliare, audizioni alla quale parteciparono invece Carapellese e Cottafavi).

A Burzacchini non piace 'la Pressa' e non ritiene degni gli articoli del nostro quotidiano di essere utilizzati nel dibattito politico cittadino. Ha assolutamente il diritto di pensare questo e volentieri pubblichiamo questa sua opinione (piacere non è un nostro obiettivo e lo ribadiamo). Anzi, ringraziamo Burzacchini e volentieri - se crede - ospiteremo suoi interventi anche fossero di profondo disprezzo al nostro lavoro che egli (e ne ha diritto) giudica 'ipocrita e di livello bassissimo'.

Non ci sarebbe da aggiungere null'altro se non una precisazione. Non abbiamo mai attaccato le Feste de L'Unità in quanto tali e neppure la cultura dei volontari. L'impressione - ma questa è una opinione di chi scrive e più volte espressa - è che il sistema di potere che regna da 70 anni a Modena, il triangolo Coop (che peraltro edita la principale tv cittadina)-partito di sinistra o centrosinistra-istituzioni, abbia usato la buona fede e il credo politico di molte persone solamente per preservare se stesso (anche attraverso nomine ad hoc, gestione degli appalti, sempre formalmente ineccepibile e controllo della informazione). L'impressione è che i volontari siano stati usati e traditi.

Traditi nel profondo. Nei loro pensieri e sentimenti più veri. Nel loro immaginare una società migliore. Che non avevano paura di definire 'comunista' e per la quale si sono spesi gratuitamente con il loro saper fare (fossero muratori, idraulici, baristi, facchini... Improvvisandosi di volta in volta camerieri o spazzini). Abbiamo fotografato questo tradimento che, con la mutazione democristiana-renziana (recentissima se è vero che fino a un anno fa Richetti era censurato dalla festa de l'Unità di Albareto per volere della Bursi), ha raggiunto oggi il suo compimento. Guardiamo a questi volontari (che lasciano in massa col cuore spezzato la Festa e il Pd pur non avendo una patria dove sbarcare) e - insieme a loro - ci sentiamo traditi. Traditi e umiliati. Senza ipocrisia. Piaccia o non piacca.

Giuseppe Leonelli




Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 


Parola d'Autore - Articoli Recenti
Italia ridotta a colonia, ma gli Usa ..
Ma gli strateghi del Pentagono e i consiglieri di Biden hanno pensato a come uscire da ..
19 Settembre 2022 - 12:06
Ucraina, non tutti sono d’accordo ..
Qualcuno coraggiosamente, a viso aperto e con parole cariche di pathos osa opporsi a questa ..
15 Settembre 2022 - 12:18
La sanguinosa vittoria Ucraina e ..
Finora Putin si è sempre rifiutato di ordinare un cambio di passo nel suo approccio ..
14 Settembre 2022 - 11:49
E Carpi continua a perdere colpi
Il centro storico carpigiano è grande ma in realtà sembra piccolo, spoglio, triste, senza ..
11 Settembre 2022 - 10:21
Parola d'Autore - Articoli più letti
'Altro che Tachipirina, ecco come ..
L'ex primario del Pronto soccorso di Modena: 'Antinfiammatori ai primi sintomi e poi, se il ..
31 Gennaio 2021 - 14:37
Obbligo vaccinale per insegnanti, ..
'A questo punto consiglio a tutti i bravi cittadini di offrire senza esitazione il braccio ..
25 Novembre 2021 - 19:40
Follia Green pass, i bambini prime ..
A questo punto davanti a questi adulti privi di cuore e di anima, non ci resta che sperare ..
08 Febbraio 2022 - 12:52
'Il vaccino non rende immuni: questo ..
Giovanardi: 'Stupisce e sconforta che gli Ordini Professionali si accaniscano contro ..
29 Dicembre 2021 - 21:23