Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
Onoranze funebri Gibellini
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
progettiQuelli di Prima

La sparata apripista del ragionier Donini: in aula solo i bimbi vaccinati

La Pressa
Logo LaPressa.it

Una sparata che fa a pugni con i più elementari principi costituzionali e che non ha alcun fondamento giuridico


La sparata apripista del ragionier Donini: in aula solo i bimbi vaccinati
Sembrava una boutade estiva, invece la proposta lanciata dall'assessore regionale dell'Emilia Romagna Raffaele Donini potrebbe fare scuola a livello nazionale. L'idea è tanto semplice, quanto sconvolgente: creare una sorta di 'green pass scolastico' che consenta ai bimbi oltre i 12 anni di evitare la Dad solo se i loro genitori decideranno di sottoporli al vaccino contro il Covid.
Una sparata che fa a pugni con i più elementari principi costituzionali, che non ha alcun fondamento giuridico e che - solo per citarlo incidentalmente (qui l'articolo) - non tiene conto di autorevoli pareri discordanti sulle vaccinazioni Covid ai minori. In ogni caso qui, ovviamente, non si tratta di mettere in discussione l'importanza della campagna vaccinale, ma di evitare di calpestare diritti fino a ieri unanimamente garantiti.
Eppure la conferma di quanto questa balzana idea possa essere una sorta di apripista e mutuata altrove è arrivata questa mattina dallo stesso Donini. 'La proposta sta riscuotendo un certo interesse - ha detto oggi l'assessore Donini a margine di una conferenza stampa al Policlinico Sant'Orsola di Bologna - ne parleremo nelle sedi ufficiali, quando si dovranno scrivere i nuovi protocolli di sicurezza per il nuovo anno scolastico'.
'Speriamo di poter arrivare a ottobre avendo alle spalle la pandemia, ma nel caso dovesse circolare ancora il virus, come non è improbabile, certamente avere la scuola sicura e in presenza è un motivo anche di riscatto sociale - ha detto Donini -. Rispetto alle norme attuali, secondo le quali quando si verifica un focolaio a scuola vengono testati tutti e viene messa la classe in quarantena, io penso che proprio in virtù della loro immunizzazione, gli studenti vaccinati possono essere esentati da questo provvedimento'.
Egli dunque 'pensa' così. Nessun accenno al potenziamento del trasporto pubblico locale per risolvere la vergogna dei bus stipati, nessun accenno a una edilizia scolastica che eviti il formarsi di classi pollaio, nessun accenno ad investimenti veri sulla formazione a distanza e su un ripensamento del concetto stesso di istruzione. Nulla.
Solo egli 'pensa'.
Solo un bello slogan: 'se ti vaccini eviti la Dad'.
Ora, che questa idea da fine impero sia stata partorita proprio in Emilia Romagna, da un assessore (egli 'pensa') sbarcato alla sanità dopo aver avuto la responsabilità dei trasporti, la cui competenza sanitaria si limita a livello di istruzione, alle lezioni di scienze alle scuole superiori (Donini si è diplomato in Ragioneria a Vignola) e a livello professionale alle collaborazioni da giornalista all'Unità di Bologna e all'impiego di ufficio stampa per il Pds (qui il curriculum), non è esattamente una garanzia di tranquillità.
Eppure è da questa esimia cattedra che l'Emilia Romagna potrebbe fare scuola. Ovviamente per garantire al Paese un futuro di libertà, prosperità e giustizia. Così sia.
Giuseppe Leonelli


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Articoli Correlati
'Altro che Tachipirina, ecco come bisogna curare a casa il Covid'
Parola d'Autore
31 Gennaio 2021 - 14:37- Visite:230346
Morti nelle Rsa per Covid, in Emilia Romagna dati peggiori d'Italia
Societa'
19 Aprile 2020 - 18:05- Visite:136076
Vaccini, eventi avversi: in Italia ad oggi 328 segnalazioni di morte
Societa'
11 Giugno 2021 - 07:00- Visite:99699
Ex primario Pronto soccorso Modena: 'Alle persone sane sconsiglio il ..
Politica
19 Giugno 2021 - 16:44- Visite:62072
Primario di Baggiovara: 'Esiste un dramma dei pazienti No Covid'
Societa'
23 Novembre 2020 - 17:35- Visite:55907
'Covid, chi si vaccina può sia infettarsi che contagiare gli altri'
Oltre Modena
10 Maggio 2021 - 15:09- Visite:54202

Contattaci
Quelli di Prima - Articoli Recenti
... E ci passavi così tanto tempo ..
Per poi ritornare...
03 Gennaio 2014 - 23:39- Visite:12186
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:16277
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:13757
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi «perfettamente integrati» E la Camorra ora «è più presente»
02 Gennaio 2014 - 13:54- Visite:12875
Quelli di Prima - Articoli più letti
AeC, la moglie di Muzzarelli nel ..
L’azienda, coinvolta nell’inchiesta ‘Cubetto’, finanziò la campagna elettorale del ..
01 Gennaio 2014 - 20:45- Visite:21337
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:16277
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:13757
Brindiamo tutti con Casari
Che non manchino mai sorrisi e vittoria
01 Gennaio 2014 - 20:06- Visite:12995