La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
articoliPolitica

Riqualificazione ex Fonderie, Muzzarelli presenta l'ennesima promessa

La Pressa
Logo LaPressa.it

Il progetto era già stato descritto a settembre da La Pressa. Da ricordare che il suolo del complesso abbandonato deve ancora essere decontaminato


Riqualificazione ex Fonderie, Muzzarelli presenta l'ennesima promessa

Il Comune di Modena ci prova. Per l'ennesima volta.  Obiettivo: riqualificare l'area delle ex Fonderie. E per farlo l'amministrazione guidata da Muzzarelli rispolvera il Dast (Distretto per l'accelerazione e lo sviluppo della tecnologia). E lo fa, in conferenza stampa, con l'architetto Sofia Cattinari che con quel progetto vinse il concorso di idee per la riqualificazione dell'area. 
Un progetto di fattibilità (pubblicato in anteprima da La Pressa a settembre) sulla base del quale il Comune ha ottenuto alcune settimane fadalla Regione Emilia-Romagna il contributo richiesto di un milione e mezzo di euro con il bando sulla Rigenerazione urbana per realizzare l’intervento che ha un valore complessivo di tre milioni e 707 mila euro. Per un milione e mezzo finanziato dalla Regione e per i rimanenti dalla Fondazione Cassa di Risparmio e dal Comune.

I progetti sfumati

E' una storia fatta di promesse mancate quella delle ex Fonderie.
Nel 2001 la giunta destinò il comparto all'Azienda USL locale per la realizzazione della propria sede generale. Un progetto sfumato.
Nel 2006 la giunta avviò un “Percorso di pianificazione partecipata per la riqualificazione dell'area Ex Fonderie Riunite” che dal 2007 al 2008, coinvolse istituzioni, associazioni e cittadini sull'elaborazione di una proposta condivisa di riuso e recupero dell'area. Di qui un concorso di idee per la riqualificazione urbanistica ed architettonica dell'area Ex Fonderie Riunite - progetto DAST che si è concluso, nel gennaio 2009, con la proclamazione del progetto vincitore. Lì però si è rimasti.
Addirittura nel 2012 vennero svolte le prime operazioni allo scopo di preparare l'area per le future destinazioni spendendo 260mila euro. E ora Muzzarelli rimette sul tavolo la questione.
Da ricordare che il suolo del complesso ex industriale abbandonato deve ancora essere decontaminato. Un passaggio rimasto al palo senza il quale nessun progetto può procedere.

Il progetto presentato oggi

Il progetto sulla palazzina  è stato illustrato oggi in una conferenza stampa dal sindaco Gian Carlo Muzzarelli, insieme al vicesindaco e assessore alla Cultura Gianpietro Cavazza e all’assessore all’Urbanistica Anna Maria Vandelli, con il presidente dell’Istituto storico Antonio Finelli e l’architetto Sofia Cattinari, vincitrice nel 2009 del Concorso nazionale di idee per la riqualificazione dell’area e alla quale oggi è stato affidato lo sviluppo del progetto.

Si tratta del primo dei 4 stralci previsti dal progetto complessivo, ed è relativo soltanto il recupero della palazzina che si affaccia sul cavalcavia Ciro Menotti e che ospiterà biblioteca e nuova sede dell'istituto storico di Modena. In particolare, biblioteca e archivio a piano terra; uffici, sale didattiche e una sala conferenze da 99 posti al primo piano; una sala eventi nella torretta centrale, accanto al terrazzo.

All’ingresso principale, al centro della palazzina, sotto la torre, si aggiungono due ingressi laterali, sul lato nord e sul lato sud dell’edificio, prevedendo un percorso coperto grazie allo svuotamento delle prime campate dei capannoni e alla costruzione di un nuovo giunto per assicurare l’isolamento con l’area su cui ora non si interviene. I due ingressi laterali permettono anche un collegamento diretto con il cortile interno di 1.460 metri quadri.

La palazzina  Comune ora ha tempo fino a giugno per sviluppare il progetto definitivo, poi è prevista la definizione dell’accordo di programma con la Regione e il prossimo nel 2020 potranno essere aggiudicati i lavori. Anzi, potrebbero. Condizionale d'obbligo visti i precedenti e considerando il fatto che l'intera area, dopo essere stata liberata dall'amianto della copertura nel 2012, presenta sia nella parte da 11.000 metri coperta sia esterna, ancora il suolo contaminato da inquinanti industriali e da bonificare, come risulta dai rilievi Arpae del 2011. Una bonifica necessaria anche per la parte della palazzina interessata dal progetto presentato oggi e in vista della quale il comune ha stanziato 150 mila dei 3,7 milioni di euro previsti. E visto che di bonifica per l'area cortiliva coperta e per quella montagna di terra contaminata (scavata nel 2009 per la realizzazione di fognature) depositata da dieci anni nell'area verde a ovest del comparto ancora non si parla, allora la palazzina ristrutturata (come mostra la foto) dovrà essere separata dal resto del degrado e dall'inquinato che rimarrà, con una sorta divisoria. Di fatto la palazzina ristrutturata dovrà essere separata rigidamente dal resto dell'area non bonificata e non riqualificata.



Rimangono sulla carta i rimanenti tre stralci

I successivi due stralci riguardano l’area dell’edificio industriale (“il quadrato dell’innovazione”) e verranno sviluppati in fasi successivi, man mano che si presenteranno opportunità e occasioni per realizzare uffici e laboratori di ricerca, con spazi flessibili e modulari, dedicati alle tecnologie applicate all’automotive.

Nel quarto e ultimo stralcio si ipotizza, nella zona a est dell’area, la realizzazione di nuovi edifici per attività complementari al comparto che sarà completamente pedonalizzato (verranno mantenute solo le funzioni di carico e scarico), collegato alle reti in fibra comunali (Man), dotato di hot spot per il wi fi gratuito e di telecamere collegate al sistema di videosorveglianza cittadino.

Diversamente dal programma del 2009, non è più previsto l’insediamento di attività commerciali o residenziali, se non per funzioni strettamente connesse alle iniziative che verranno sviluppate nell’area.

Nell’intervento è prevista anche la riqualificazione della zona del monumento dedicato ai caduti del 9 gennaio 1950, mentre Hera ha in programma un bando, in collaborazione con il Comune, per realizzare un’iniziativa di street art che inserisca la torre piezometrica nel percorso sulla memoria storica.


Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:142895
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:102348
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi del Sistema. E Muzzarelli trema
Il Punto
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:54412
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare mia moglie a fare la spesa?
Societa'
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:50588
'Festa Unità: è il vuoto totale, a Modena non esiste centrosinistra'
Parola d'Autore
31 Agosto 2018 - 11:38- Visite:43118
'Lo Ius Soli sarà per noi il primo punto nella nuova legislatura'
Pressa Tube
01 Febbraio 2018 - 01:00- Visite:43088
Politica - Articoli Recenti
Elezioni Vignola, Lanzi al lavoro per..
Al momento per il M5s di Vignola vi sarebbe pronta una lista di 12 persone. Corsa contro il ..
03 Agosto 2020 - 11:50- Visite:265
Pioppi in tangenziale, giunta procede..
'Le evidenze empiriche che emergono dalla perizia sull’urgenza di abbattimento solo su ..
03 Agosto 2020 - 11:21- Visite:202
'In centro tanti irregolari con ..
Il capogruppo FI Giacobazzi: 'Senso di impunità dilagante, mentre il governo nega il taser ..
03 Agosto 2020 - 08:53- Visite:312
Strage Bologna, l'allora presidente ..
Lanfranco Turci: 'Un attacco dello stesso segno di quello che aveva portato alla uccisione ..
02 Agosto 2020 - 15:24- Visite:566


Politica - Articoli più letti


'Vaccini, ecco il rapporto tra la ..
Esposto del Codacons all'Autorità nazionale anticorruzione
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:142895
Segretario Pd: ‘Votare Lega ..
Gianluca Fanti, segretario Pd Madonnina si lancia in ardite affermazioni
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:102348
'Commissione Bibbiano, M5S inizia ..
Il capogruppo di Forza Italia in Regione Andrea Galli critica la richiesta di soggetti da ..
07 Agosto 2019 - 14:23- Visite:75994
Autostrade, la concessione resta: la ..
La neo ministro De Micheli, è stata una delle principali animatrici del laboratorio di ..
08 Settembre 2019 - 11:50- Visite:70753