La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
articoliPolitica

La quiete dopo il virus: durante la tempesta il Sistema si è rafforzato

La Pressa
Logo LaPressa.it

Un Sistema che ha serrato ancor più le fila in silenzio, pian piano, sfruttando prima la disattenzione dei cittadini frutto della paura e ora la disattenzione dei cittadini frutto del fervore della ripartenza


La quiete dopo il virus: durante la tempesta il Sistema si è rafforzato
'Passata è la tempesta, odo augelli far festa e la gallina, tornata in su la via, che ripete il suo verso'. Passata il lockdown, con una quasi-estate arrivata all'improvviso, la sensazione è quella di un risveglio e di un entusiasmo nuovo. Perchè (per chi non ha subito lutti) ci si accontenta del pericolo scampato, del piacere figlio d'affanno, perchè, sempre per citare il Poeta, 'uscir di pena è diletto fra noi'. Eppure, a ben vedere, durante la tempesta della pandemia, mentre si esponevano cartelli con arcobaleni e nel villaggio ci si prodigava in raccolte di spaghetti solidali e per paura si lasciava crescere un buonismo diffuso, chi il villaggio lo comandava, il Sistema di potere modenese e emiliano-romagnolo, ha continuato a riproporre se stesso. Come nulla fosse, come sempre. Più di sempre. Un Sistema che, dissolte le nubi del virus, si scopre oggi rafforzato. Un Sistema che ha serrato ancor più le fila in silenzio, pian piano, sfruttando prima la disattenzione dei cittadini frutto della paura e ora la disattenzione dei cittadini frutto del fervore della ripartenza.
Sfruttando - manco a dirlo - il sonno della ragione delle opposizioni emiliano-romagnole.

A Modena il sindaco Giancarlo Muzzarelli, mai così assente dalla scena pubblica che lo aveva visto in prima fila anche poche settimane prima della pandemia durante la campagna elettorale di Bonaccini (e lo abbiamo detto), è stato però attivissimo nelle nascoste stanze del palazzo. Il sindaco più invisibile della provincia di Modena sul tema coronavirus, ha provveduto durante il lockdown, in piena autonomia, a mettere in fila una serie di pezzi del Sistema. 
Nell'ordine a random, a tintinnio di sonagli:
- Promozione del fidato ex assessore Gabriele Giacobazzi alla vicepresidenza di Hera.
- Stangata Irpef da 1,8 milioni e varo di un bilancio completamente avulso dalla pandemia.
- Rinnovo dei contratti con i gestori delle Cra da 10,5 milioni. Solo per il 2021 785.000 euro in favore di Gulliver cooperativa sociale per i contratti di servizio relativi alla gestione delle cra Guicciardini (quella con 11 decessi per Covid) e Cialdini, 395.000 euro in favore di Consorzio Sociale Città di Modena Società Cooperativa Sociale, per il contratto di servizio della cra IX Gennaio, 120.000 euro in favore di Domus Assistenza società cooperativa sociale per il contratto di servizio della cra Ramazzini.
- Nomina di Giuliano Barbolini (ex sindaco di Modena) al consiglio generale di Emilia-Romagna Teatro Fondazione.
- Nomina di Francesco Ori (ex assessore provinciale) come amministratore unico della società consortile Formodena.
- Nomina nel cda della Fondazione Scuola interregionale di Polizia locale di Mauro Famigli (attuale presidente ed ex comandante della municipale nonchè marito della attuale comandante Valeria Meloncelli).
- Nomina di  Roberto Guerzoni (attuale presidente ex deputato Ds e padre del capo di gabinetto di Muzzarelli Giulio Guerzoni) nell’Assemblea della Fondazione Mario del Monte.
- Privatizzazione di due nidi comunali senza nessun confronto coi sindacati.

E Bonaccini? Preso tra due fuochi: da un lato la presentazione del suo imperdibile libro su come battere le destre, dall'altro il massacrante sforzo di scovare casa per casa i malati di coronavirus, il presidente della Regione Emilia Romagna ha comunque provveduto a chiudere le caselle mancanti della sua squadra.
Ecco le nomine giunte in pieno lockdown:
- Confermati Andrea Orlando (costo del compenso 136.500 euro annui) come capo di Gabinetto del presidente, Giuseppe Pace (121.750 euro annui) come direttore dell'Agenzia di comunicazione e Paolo Rambaldi (56mila euro) come capo ufficio stampa.
- Staffetta per il ruolo di portavoce del presidente. Stefano Aurighi (73mila euro annui), è stato sostituito da Federico Del Prete (34.500 euro), per anni cronista politico del Resto del Carlino di Bologna. Aurighi è andato invece ad occupare il ruolo di dirigente nella segreteria dell'assessore alla Salute Donini.
- Confermati nello staff del presidente l'ex sindaco di Medolla, Pd, Filippo Molinari come 'specialista di supporto alle strutture politiche' (30mila euro) e l'ex presidente del consiglio comunale di Carpi, Pd, Giovanni Taurasi con lo stesso incarico (18.500 euro).
- Ripescata l'ex assessore regionale Pd Paola Gazzolo con un ruolo di assistente nel gabinetto del presidente (33.500 euro). Senza dimenticare la clamorosa assunzione della ex consigliera grillina, convertitasi in campagna elettorale al Pd, Raffaella Sensoli.

E così, mentre i cittadini tremavano in casa per un virus oggi scomparso, tutto procedeva come sempre. Anzi un po' più velocemente di sempre. Perchè non sfruttare una situazione simile per il Sistema sarebbe stato quasi un delitto.

Giuseppe Leonelli

Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:146377
Morti nelle Rsa per Covid, in Emilia Romagna dati peggiori d'Italia
Societa'
19 Aprile 2020 - 18:05- Visite:124101
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:103872
La pandemia globale di Coronavirus? Simulata nel 2019
Oltre Modena
03 Marzo 2020 - 09:43- Visite:70354
Modena in zona rossa: cosa prevede la bozza del decreto
Societa'
07 Marzo 2020 - 21:45- Visite:68393
Inchiesta sui minori 'Angeli e Demoni': indagati altri due sindaci
Politica
02 Luglio 2019 - 16:02- Visite:62782
Politica - Articoli Recenti
DAD alle Superiori e ristoranti ..
Il testo della lettera inviata ieri dal presidente della conferenza della Regioni Bonaccini ..
25 Ottobre 2020 - 08:52- Visite:497
Modena in parlamento rappresentata ..
Federconsumatori ha misurato quantità e merito del lavoro dei parlamentari eletti a Modena ..
24 Ottobre 2020 - 18:46- Visite:752
Autostrade per l'Italia: 'Intervento ..
'All’impresa esterna esecutrice dei lavori di maggio è stata immediatamente inviata una ..
23 Ottobre 2020 - 18:11- Visite:757
Sostegno e vicinanza dal mondo ..
Messaggi di conforto e di sostegno al Consigliere e Coordinatore regionale di Fratelli ..
23 Ottobre 2020 - 16:17- Visite:471


Politica - Articoli più letti


'Vaccini, ecco il rapporto tra la ..
Esposto del Codacons all'Autorità nazionale anticorruzione
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:146377
Segretario Pd: ‘Votare Lega ..
Gianluca Fanti, segretario Pd Madonnina si lancia in ardite affermazioni
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:103872
'Commissione Bibbiano, M5S inizia ..
Il capogruppo di Forza Italia in Regione Andrea Galli critica la richiesta di soggetti da ..
07 Agosto 2019 - 14:23- Visite:76842
Autostrade, la concessione resta: la ..
La neo ministro De Micheli, è stata una delle principali animatrici del laboratorio di ..
08 Settembre 2019 - 11:50- Visite:71701